Tari 2017, in arrivo centinaia di cartelle pazze

0
740

Molti cittadini stanno ricevendo in questi giorni avvisi di accertamento per tari non pagata per gli anni 2015, 2016 e 2017.

Gli avvisi, diverse centinaia, interessano soprattutto quest’ultima annualità (2017) e si riferiscono al presunto mancato pagamento della tassa.

In realtà, dai primi accertamenti, non sembra di essere di fronte ad un fenomeno di evasione di massa, bensì sembra essersi verificato un ben più banale problema tecnico di incrocio dei dati tra i soggetti che hanno riscosso il tributo (banche, poste, tabaccherie) e il soggetto che cura la riscossione per il Comune di Bitritto.

Molti contribuenti, i primi che si sono rivolti allo sportello della Andreani, hanno già risolto il problema esibendo le ricevute di versamento ed ottenendo lo sgravio totale dell’accertamento.

Per molti altri, purtroppo, i tempi saranno più lunghi perché nel frattempo il numero degli avvisi notificati è cresciuto a dismisura,ben oltre le possibilità operative degli uffici, anche considerando la concomitante prima scadenza per la Tari e per l’Imu 2018.

Per questo motivo in molti casi è necessario prenotare l’appuntamento con gli operatori della società di riscossione.

Nel frattempo i destinatari di questi avvisi possono anticipare i tempi cercando le loro ricevute di pagamento e, se riescono a trovarle, possono comunque mettersi tranquilli perché null’altro devono al Comune.

Qualora i contribuenti avessero smarrito le ricevute F24 possono chiederle all’Agenzia delle Entrate tramite il proprio cassetto fiscale.

Considerando che con tutti i mezzi tecnologici a disposizione che la pubblica amministrazione ben utilizza quando deve recuperare quanto realmente non pagato, rimane un mistero come sia stato possibile non riuscire ad abbinare tutti questi versamenti.

Un mistero è anche perché il Comune di Bitritto, abbia autorizzato la partenza di centinaia e centinaia di avvisi senza porsi il minimo dubbio, vista la portata, circa la bontà degli stessi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here