Nuova vita per la villa dei bersaglieri.

1
994

La Villa dei Bersaglieri: un parco nel cuore dei bitrittesi

 

Il progetto di riqualificazione della Villa dei Bersaglieri è stato presentato, in una bella giornata di sole, dall’Amministrazione Comunale e dalle associazioni e dalle cooperative partner (l’Aps Il Filo del Discorso, le associazioni Kronos, Cif, Nostradarte, Laboratorio creativo diamo voce alla musica, l’Università della terza età “Rosalba Barnaba”, la cooperativa sociale SoleLuna, l’Odv La pietra scartata).

La Villa dei Bersaglieri vedrà accresciuti i propri servizi e le proprie strutture, con un’attenzione particolare ai portatori di disabilità. Potrà dunque contare su: centralina WiFi, bagni utilizzabili anche dai disabiil, giostrine (di cui una per disabili), fontanina, e gazebo. Le attività di pulizia, manutenzione e messa in opera delle infrastrutture saranno svolte dalle cooperative sociali “Oltre il muro” e “SpazioEsse”.

La presentazione è stata moderata da Enza Taccogna e ha visto diversi interventi, comprendenti quelli dei presidenti delle associazioni e delle cooperative partner. In rigoroso ordine alfabetico: Mario Consales, Rosa Cavalieri, Pierpaolo Favia, Cristina Maremonti, Gianni Morelli, Titti Palladino, Gianni Roppo. Proprio Mario Consales (presidente della Cooperativa sociale Oltre il Muro, ente capofila del progetto) ha definito la Villa dei Bersaglieri un parco nel cuore dei cittadini, invitando i bitrittesi ad esserne custodi.

 

Bitritto Live ha colto l’occasione di questa festosa mattinata per intervistare il Sindaco Pino Giulitto sul significato del parco cittadino.

 

Questo parco cittadino ha rappresentato e rappresenta una tappa importante per la vita di molti bitrittesi
Sì, non a caso al momento del mio intervento mi sono commosso: la Villa dei Bersaglieri rappresenta un momento importante della mia infanzia e della mia adolescenza. Allora questo era l’unico campo libero, lo si chiamava il Campo di Giove: era giusto ricordare gli amici che non ci sono più, coi quali abbiamo vissuto momenti spensierati.
Oggi è un bel parco, che si mantiene vivo grazie ai genitori e ai bambini che lo frequentano. Un polmone di verde vicino alle scuole.

La riqualificazione di questo parco è avvenuta cogliendo l’opportunità di un bando
La riqualificazione della Villa dei Bersaglieri è avvenuta da una parte con l’inserimento di alcune nuove strutture, e dall’altra con l’idea di realizzare una serie di eventi. La cosa più importante è quella di mantenere ora la continuità di un percorso, con la collaborazione tra le associazioni e l’amministrazione comunale.
C’è un contenuto profondo in questa riqualificazione, che punta ad ottenere risultati in termini di integrazione, aggregazione e inclusione sociale di ex detenuti e tossicodipendenti inseriti nelle cooperative partner.

Credo che sia importante ringraziare tutte le associazioni che hanno contribuito e anche Pierpaolo Favia, che ha portato all’attenzione di questa amministrazione il bando in questione. La speranza è che ci siano tanti come lui che vogliano proporre all’amministrazione, che collaborino e si confrontino.

  1. Cosa cambia in concreto per chi fruisce di questo parco cittadino?
    Innanzitutto le nuove strutture, alcune delle quali non c’erano mai state. Bagni, nuove giostrine (in aggiunta a quelle già presenti, e per le quali ci sarà un ulteriore nuovo intervento dell’amministrazione), il gazebo. Mi auguro che quest’ultimo, insieme al palco, possa servire alla cittadinanza, che si possa sfruttarli al meglio.
    La cosa più importante è che la gente senta questo parco come suo.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here